· 

SAN GIMIGNANO

Amo la Toscana. L’ho sempre amata, fin dall'età di 12 anni.

 

Il mio amore per questa terra parte dal viaggio d’istruzione compiuto alle scuole medie. Destinazione Firenze.

Sarà perché fino ad allora non era mai stato fuori dalla mia Sicilia, tranne che per andare a trovare dei parenti in Emilia-Romagna senza i miei genitori.

Sarà per l’amore dell’arte che nutrivo e che nutro ancora oggi. Sarà per i grandi scrittori e letterari che questa terra ci ha donato, come un qualunque Dante Alighieri. Sarà per il vino migliore al mondo. Sarà per i paesaggi che solo la Toscana sa regalare.

Ricordo quando, a scuola, preparavamo insieme ai compagni una lista di PDI (punti di interesse) da studiare e visitare. Qualcuno si occupava del Ponte Vecchio, un altro di Palazzo Pitti, chi invece degli Uffizi. Io scelsi Santa Maria del Fiore.

Quanti ricordi nella mia mente. Ricordi che oggi sono tanto forti come ieri.

Forse è questo che mi lega alla Toscana.

Per fortuna vivo, adesso, a un paio d’ore da essa e questo mi permette di esplorare il suo territorio in lungo e in largo.

Firenze, San Gimignano, Siena, Capalbio, Saturnia, Volterra, Pitigliano, Pisa. Mete che una volta credevo irraggiungibili ma di cui oggi posso parlare con dei ricordi nitidi nella mente.

Oggi, non vi parlerò della mia amata Firenze ma della città dalle 72 torri, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall'UNESCO, San Gimignano

San Gimignano, con le sue torri medievali, svetta tra le colline toscane, in provincia di Siena. Essa è stata anche rinominata la Manhattan del Medioevo.

 

Pensate che delle 72 torri e case-torri, oggi ne restano solo 14. La più alta è la Torre del Podestà (o Torre Grossa) con i suoi ben 54 metri di altezza, mentre la più antica è la Torre Rognosa che fu eretta nel XIII secolo.

 

Lasciata l'auto appena fuori il paese, il mio viaggio alla scoperta del borgo senese parte da Porta San Matteo, poco prima l’ora di pranzo, dal quale inizia la via principale della città, Via San Matteo.

Una volta la strada era un tratto della Via Francigena che attraversava la città da Nord a Sud e, intorno ad essa, era cresciuto pian piano un intero quartiere. Le costruzioni che si ammirano oggi sono quasi tutte del Duecento.

Varcando Porta San Matteo inizia un viaggio tra case, palazzi e torri medievali. Su questa via, sorgono la casa-torre Pesciolini, la Chiesa di San Bartolo, il Palazzo della Cancelleria, le Torri Gemelle dei Salvucci (una delle famiglie più potenti che abitavano la città). In fondo alla via troverete una delle piazze più importanti, Piazza Cisterna.

Quest’ultima prende il nome dalla sottostante cisterna per l’acqua sormontata da una monumentale vera di pozzo.

Piazza Cisterna era destinata al mercato e a palcoscenici per feste e tornei. Essa ha una forma triangolare e ha una piccola pendenza naturale. È collegata a Piazza Duomo da un passaggio aperto. La Pavimentazione è ammontata a spina di pesce ed è circondata da case nobiliari e torri medievali.

 

Tra i palazzi nobiliari e le torri medievali di Piazza Cisterna, sorge la Gelateria Dondoli.

La Gelateria Dondoli, citata ormai tra le più importanti guide mondiali e visitata continuamente da tv nazionali ed internazionali, è conosciuta ormai in tutto il mondo.

Ma perché è così famosa?

Il proprietario, Sergio, ha vinto diversi premi e riconoscimenti nel corso degli anni, per le sue tecniche artigiane di lavorazione del gelato e per i suoi gusti inconfondibili che solo la sua gelateria sa creare.

Per rendere unico il suo gelato, Sergio utilizza prodotti bio-locali, come lo Zafferano di San Gimignano DOP, Vernaccia di San Gimignano DOCG, Latte biodinamico e Frutta a km0.

Pensate che Lonely Planet la classifica tra i migliori 10 luoghi gourmet del mondo.

 

La gelateria Dondoli è una tappa fondamentale se venite a San Gimignano, anche se spesso la fila di gente che esce dal negozio arriva al centro della piazza.

Per pranzo ho scelto, tra le proposte di Google, le bruschette dell’Enoteca da Gustavo.

Enoteca caratteristica, con pochi posti a sedere e una parete di vini per tutte le tasche.

 

Passione e dedizione per il proprio lavoro e per i propri prodotti, Enoteca Gustavo è riconosciuta anche dalla guida Gambero Rosso ormai da tempo. Sicuramente il posto migliore dove, insieme ad una bruschetta, provare il famoso Vernaccia di San Gimignano DOCG.

Nel pomeriggio, vi consiglio di perdervi tra i vicoli del borgo e perdervi nella sua quiete.

 

Se preferite, invece, potrete visitare i musei civici del Palazzo Comunale, Pinacoteca e Torre Grossa al prezzo di €9,00.


COME ARRIVARE IN AUTO:

Da Nord (Milano)

·         Autostrada A1 Milano-Roma direzione sud

·         Uscita FIRENZE IMPRUNETA

·         Superstrada Firenze-Siena

·         Uscita POGGIBONSI NORD

·         Seguire indicazioni stradali per San Gimignano (Km.11)

Da Sud (Roma)

·         Autostrada A1 Roma-Milano direzione nord

·         Uscita VALDICHIANA

·         Seguire indicazioni per Siena

·         A Siena entrare nel raccordo autostradale direzione Firenze

·         Uscita POGGIBONSI NORD

 

·         Seguire indicazioni stradali per San Gimignano (Km.11)

 

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Marilù (giovedì, 14 maggio 2020 22:18)

    Eh sì, la Toscana è ricca di tutto davvero, né ha per ogni gusto dall'arte al buon cibo e anche io come te la adoro da sempre. San Gimignano mi manca ma appena ho letto il titolo ho subito pensato alla Vernaccia �

  • #2

    Anna (venerdì, 15 maggio 2020 06:52)

    Uno dei primi viaggi con mio marito (al tempo fidanzato) è stato a San Gimignano a capodanno. Abbiamo alloggiato in un bellissimo agriturismo con vista sul paese.

  • #3

    Fabio (sabato, 16 maggio 2020 19:03)

    Sono stato a San Giminiano labprima volta in gita con la scuola e me ne sono innamorato. Ci son tornato poi altre due volte! Bellissima �

  • #4

    Elina (domenica, 17 maggio 2020 16:46)

    Non ci siamo mai state e quindi potrebbe essere un'idea magari proprio in questo periodo dove speriamo di far ripartire l'Italia!
    Mi ispira un casino la gelateria, secondo me ci aspetta ahhaha

  • #5

    Nicoletta (domenica, 17 maggio 2020 20:09)

    Sono pessima se dico che non ci sono mai stata? Però Lo sto considerando per quest'anno per un on the road tra Toscana e Umbria:)

  • #6

    Valentina (domenica, 17 maggio 2020 22:26)

    Bellissima San Gimignano, ci siamo stati l'anno scorso! Abbiamo fatto un bellissimo on the road in Toscana